ARTEQ Summit: i musei incontrano il futuro a Milano

Foto2

C’è tutto un mondo che corre là fuori. I droni militari hanno cambiato completamente il volto della guerra, e quelli civili stanno cambiando molti altri campi, dall’agricoltura alla fotografia. L’Internet Of Things promette di far dialogare tra loro oggetti di ogni tipo, e costruire su questa enorme base di dati in continua mutazione nuove applicazioni completamente insospettate.

La tecnologia wearable si avvicina sempre di più ai nostri centri nervosi: dal cellulare che ci rende costantemente connessi, agli SmartWatch in grado di leggere il battito cardiaco. I Glasses, anche se non hanno sfondato il mercato consumer, stanno evolvendo rapidamente verso quello Enterprise per particolari applicazioni industriali: la manutenzione non sarà più la stessa se un meccanico potrà “vedere” attraverso il motore da riparare grazie ad occhiali intelligenti.

Realtà Virtuale e Aumentata, quindi, si inseriscono direttamente tra l’utente e la sua percezione della realtà, mentre i robot sono ormai entrati in molte case, anche se con l’aspetto di piccoli elettrodomestici invece che di grossi e pachidermici umanoidi come avevano ipotizzato i film di fantascienza.

Di tutto questo nel nostro panorama museale ci sono solo piccole tracce. Pensiamo al progetto di didascalie “intelligenti” per l’accessibilità ai disabili del Museo Nazionale del Cinema di Torino , e, sempre a Torino, al progetto dei Google Glass per non udenti al Museo Egizio. O, ancora, ai progetti multimediali del MUSE di Trento o alla sperimentazione degli Art Glass da parte dei musei di San Gimignano. Si tratta per la maggior parte di progetti-pilota a macchia di leopardo che già però fanno intuire le grandi potenzialità di questa rivoluzione tecnologica per l’interpretazione e la fruizione delle collezioni.

Per accelerare questo processo di osmosi tra istituzioni culturali e tecnologia avanzata, Musei-it ha voluto stimolare i musei a compiere un salto nel futuro, organizzando una giornata di incontro il 28 aprile a Milano in cui saranno raccontati agli operatori museali gli ultimi sviluppi tecnologici utilizzabili nel settore. La giornata si chiama Arteq Summit e si svolgerà nel futuristico Mercedes-Benz Center, alle porte del sito Expo. L’agenda è fitta di incontri e per i professionisti museali esiste la possibilità di partecipare gratuitamente registrandosi qui: ci vediamo il 28 aprile!

arteqsummit1

Giuliano Gaia e Stefania Boiano sono i fondatori di InvisibleStudio, agenzia di comunicazione culturale, che produce www.musei-it.com, magazine online sulle nuove tecnologie per la cultura.