Museum of Art & History di Santa Cruz: “non abbiate paura di sperimentare!”

1Il Museum of Arts and History di Santa Cruz non è uno dei primi musei che balza nell’immaginario collettivo del pubblico italiano come istituzione all’avanguardia nell’ambito dei social network e della comunicazione online. Invece dovremmo proprio includerlo nelle prime posizioni.

Il museo è diretto da una certa Nina Simon, autrice del volume “The Participatory Museum” e del popolare blog Museum 2.0, è attentissimo ai bisogni della comunità con cui interagisce senza soluzioni di continuità così come per il coinvolgimento dei pubblici.

Read more

Il museo “avvicinabile”: la strategia social dello Statens Museum for Kunst – Danimarca

La Galleria d’Arte Nazione della Danimarca ha una lunga e a tratti travagliata storia, conserva decine di migliaia di capolavori dell’arte danese e internazionale ed è il primo museo danese per importanza e dimensioni.

Cosa mancava a questo museo per sentirsi appagato e soddisfatto? Apparentemente nulla. Salvo poi avere un direttore che vuole assolutamente entrare nella modernità e nei suoi strumenti, che vuole far diventare il museo che dirigeva moderno, che vuole il museo stesso produttore di modernità.

Read more

BIT 2014: la prima ufficiale di #svegliamuseo

BIT2Così succedono le cose. All’improvviso.

Un giorno di ottobre sei al Ravenna Future Lessons ad ascoltare illuminanti interventi, con casi di studio che vorresti poter replicare dappertutto, e il giorno dopo – in realtà  a distanza di mesi di lavoro – ti ritrovi a scambiare un mare di e-mail proprio con uno dei protagonisti di quei giorni.

Alessio Carciofi (e il suo marketing del cuore) mi aveva colpito fin dal principio, ma devo dire che lo ha fatto ancora di più quando – con una semplice e-mail, diretta e sincera – ci ha invitato a partecipare ad un panel da lui organizzato all’interno della Borsa Internazionale del Turismo di Milano.

Read more

Raccontare il museo #3: chi l’ha fatto (bene) e come

photo credit: Local Studies NSW via photopin cc

Nei post precedenti abbiamo cercato di capire cos’è lo storytelling e quali sono alcuni degli ingredienti che possono aiutarci a raccontare nel miglior modo una storia.

Ora proviamo ad analizzare dei casi in cui musei più o meno rinomati sono riusciti a portare avanti una buona azione di storytelling. È bene ricordare che in questi casi non c’è un principio assoluto generale: ogni istituzione ha valutato lo specifico contesto in cui opera e ha elaborato una strategia di engagement mirata. Altrettanto ovvio è che questi sono solo alcuni dei tanti esempi che potevano essere presi in considerazione e invito tutti coloro che ne conoscono altri a segnalarli nei commenti.

Read more

Raccontare il museo #2: quali sono gli ingredienti per una storia accattivante?

13064138253_009010e4ae_bVi siete fatti un’idea più chiara di cosa possiamo fare con lo storytelling e cosa intendiamo quando ne parliamo?

Se ne volete approfittare per un ‘ripassino’, fate un passo indietro e date un’occhiata al post precedente.

Ora cerchiamo di capire quali sono gli ingredienti per creare e raccontare una storia che emerga nel mare magnum della nostra cosiddetta era digitale.

Read more

Raccontare il museo #1: cos’è lo storytelling

photo credit: Choconancy1 via photopin cc

Voi ancora non lo sapete, ma avete sperimentato lo storytelling molto prima di imparare a scrivere. Non ci credete?

“C’era una volta, tanto tempo fa…”, cosa vi ricorda?

L’inizio di una fiaba, di un racconto fantastico, di una storia – appunto. La persona che vi stava raccontando quella storia stava facendo una magica azione di storytelling (riuscivate ad addormentarvi prima di aver ascoltato tutta la storia? Io assolutamente no).

Read more