Musei oltre il digitale: content strategy, analisi e innovazione a #MW2015

IMG_3650

È trascorso un altro anno e siamo di ritorno dalla nostra terza edizione della conferenza Museums and the Web, per il momento una delle nostre preferite in assoluto! Sono stati cinque giorni molto intensi tra sessioni, tour, workshop, eventi e “museum fun”: difficile riassumere l’intensa settimana di #MW2015.

Per chi fosse curioso di sapere di più sui temi trattati dall’8 all’11 aprile a Chicago, tutti i paper presentati a MW sono disponibili gratuitamente online, insieme a quelli delle edizioni precedenti, raccolti nel Museums and the Web Archive, utilissima fonte di risorse per seguire lo sviluppo del digitale in ambito museale negli ultimi 10 anni.  Nel caso la vostra sete di conoscenza di progetti relativi a #musetech #museweb #mtogo e #musesocial sia davvero inesauribile, potete anche consultare l’archivio dei candidati e dei vincitori dei Best of the Web Awards, la competizione annuale di Museums and the Web che premia i migliori progetti in ambito digital, differenziati per aree di interesse. Non vi basta? Museums and the Web ha appena aperto la call for proposals per l’edizione di ottobre, che si terrà a Melbourne: se vi sentite pronti per un viaggio nella terra dei canguri (e nel futuro dei musei) candidatevi qui entro il 15 maggio.

Read more

Come si racconta una storia su smartphone? I 3 ingredienti per una mobile app di successo

Screen Shot 2015-02-03 at 20.51.31

Libri, tv, avventure in bicicletta e via dicendo non sono gli unici elementi che accompagnano i più piccoli nella loro crescita e attività giornaliere. Tablet e app hanno fatto da tempo il loro ingresso sotto gli alberi di Natale, sul divano, prima di andare a dormire e perfino nelle aule di scuola.

Una chiacchierata con Federica Pascotto, co-founder di Art Stories, ci fa riflettere su come contenuti di qualità e attenzione al dettaglio siano la chiave per coinvolgere e appassionare i più piccoli alla cultura utilizzando strumenti digitali, senza dimenticare anche i più grandi.

Read more

Il “viaggio” del visitatore digitale: 6 consigli per trasformarlo in visitatore reale

7258416952_eeb82757bc_k

Chi tra di voi non ha passato almeno una volta del tempo in fila per entrare in un Museo o visitare un monumento, rimanendo in piedi nel vento gelido di una capitale europea o sotto il sole cocente di un’estate mediterranea? Siamo andati a curiosare nell’headquarter di Musement.com, piattaforma di online ticketing nata nel 2013, che aggrega attrazioni, tour, eventi e soprattutto musei, nel Bel Paese e all’estero, rendendo l’acquisto dei biglietti a portata di click e risparmiando all’utente anche la temuta fila.

Dalla nostra chiacchierata con alcuni membri del team, sono emersi punti importanti su come una presenza strategica online possa aiutare le istituzioni culturali e non far perdere la bussola dell’offerta a viaggiatori e appassionati.

Read more

Il Museo Diocesano si fa “Mobile” con la app “Chagall e la Bibbia”

Chagall 1

Ospitato nella cornice dei chiostri di Sant’Eustorgio, parte integrante di uno dei più antichi complessi monumentali di Milano, il Museo Diocesano non è solo una piccola gemma tra le istituzioni milanesi. Dedicato all’incontro tra arte e cristianità, è un esempio di come un’istituzione – focalizzata su temi dalla presa ben differente da quella di musei più “mainstream” – possa arrivare a sperimentare, forse anche più liberamente, con i media digitali.

Read more