Quando il pubblico rielabora le collezioni: le strategie digitali del Rijksmuseum

Immagine5Anche se non li dimostra per nulla, il Rijksmuseum di Amsterdam ha la bellezza di 214 anni. Certo, ha dovuto subire dei consistenti interventi di maquillage architettonico e strutturale per portarsi così bene i suoi due secoli di storia.

Fin dalla sua prima apertura, il museo olandese d’arte e di storia ha sempre inseguito la modernità, ha cercato sempre di tenere il passo con le più svariate tendenze: architettoniche, culturali, museologiche e museografiche. D’altronde come dimenticare il favoloso video che ha prodotto (insieme agli sponsor) poco prima della riapertura nell’aprile del 2013?

Read more

I Musei Catalani: un mix #open di pubblico globale e colore locale

Nel corso di questi mesi abbiamo avuto modo di conoscere molte persone estremamente interessanti, non solo italiane, che hanno aderito entusiasticamente al nostro progetto, e alcuni degli incontri più proficui sono nati… su Twitter, ovviamente. È lì che abbiamo incontrato Àlex Hinojo, o meglio, @Kippelboy, “cultural sector engager” di Barcellona (come lui stesso si definisce nella bio), ed è da quei primi tweet che è scaturita questa intervista, in cui non parleremo di un solo museo ma di tutti i musei della Catalogna, che Àlex ha riunito sotto l’account @CatalanMuseums.

Read more