Smithsonian Libraries: una strategia social “diffusa”

Sempre più spesso, le istituzioni culturali si rivolgono a social media manager per la gestione della propria content strategy, per valutare i risultati ottenuti sui diversi social network e per tenere il passo con le ultime tendenze.

Ma cosa succede quando non una sola persona, ma piuttosto l’intera istituzione assume la gestione dei canali social, stabilendo una rete trasversale a tutti i dipartimenti? Questo è il caso delle Smithsonian Libraries, 20 biblioteche unite in un unico sistema.

Le Libraries mantengono scambi di pubblicazioni con più di 4.000 istituzioni in tutto il mondo e forniscono a scienziati, curatori ed esperti dello Smithsonian periodici, cataloghi e pubblicazioni specialistiche. Inoltre, le Smithsonian Libraries stanno diventando particolarmente famose nell’universo social grazie al loro Tumblr, in cui creano meravigliose GIF animate.

Attraverso questa piattaforma, le illustrazioni più curiose e le storie più affascinanti riescono a prendere letteralmente vita.

Read more

Storytelling, Social Media ed Engagement: la ricetta vincente dell’Horniman Museum & Gardens

4Al giorno d’oggi, Frederick John Horniman sarebbe stato definito senza mezzi termini un accumulatore seriale. Da mercante di tè arricchito, solito ai viaggi e all’incontro con nuove culture, si è trasformato in un collezionista compulsivo di qualsiasi cosa gli capitasse a tiro, di qualunque Paese del mondo visitasse.

Quando il signor Horniman realizzò di essersi fatto prendere leggermente la mano, nel 1890 decise di organizzare le sue immense collezioni all’interno della sua casa e di aprirla al pubblico per renderla visitabile.

Read more

I social network incontrano i dinosauri: le scelte del Museo di Storia Naturale di Firenze

5080265519_6cc121c914_o

Tra le varie cose belle che ci sono successe a Museums and the Web Florence, c’è anche il fatto che abbiamo conosciuto Alba Scarpellini, Head of Communication al Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.

Fondato nel 1775 da Pietro Leopoldo di Lorena, è stato il primo museo naturalistico italiano ad essere aperto a tutti: dai nobili, al clero, al terzo stato e al popolo, comprese le donne. Un “museo aperto”, insomma, fin dalle origini. E un museo che oggi è molto attivo online e che ha fatto dell’apertura – al pubblico, alle novità, alle iniziative digitali – una propria caratteristica fondante.

Read more